La Apple salva su un file dell’ìPhone tutti gli spostamenti che effettuate salvando la posizione GPS delle varie celle GSM a cui il telefono si collega quando acceso. Microsoft, dopo questa rivelazione, fà sapere che i suoi dispositivi Windows Phone 7 non hanno questo comportamento.

La scoperta è stata fatta un mese fà da due ricercatori che collaborano con l’editore O’Reilly Media, sembra che questa “funzionalità” sia stata introdotta con la versione 4 di iOS, quindi potenzialmente il dispositivo Apple può tracciare i suoi spostamenti da quasi un anno.

Le coordinate GPS delle celle e gli orari di aggancio vengono salvati nel file consolidated.db senza alcuna protezione o criptazione, alla prima sincronizzazione verranno poi copiati sul computer tramite iTunes sia su Windows che su Mac. Questi dati quindi possono essere letti da chiunque entri in possesso del file proprio perchè non sono protetti, come si vede nell’immagine possono essere inseriti in un programma di geolocalizzazione, ad esempio Google Maps, e tracciare i vostri spostamenti molto semplicemente.

I dati salvati sono potenzialmente molto importanti perchè sono gli stessi che la polizia può richiedere alle compagnie telefoniche, previa autorizzazione di un giudice, per svolgere le indagini su un qualsiasi reato. Sicuramente è un grave danno per la privacy degli utenti iPhone.

Il sito Gizmondo ha poi chiesto ai maggiori produttori di OS Mobile il comportamento dei propri sistemi operativi riguardo al salvataggio di questi dati, Microsoft ha risposto che viene salvata solo l’ultima posizione del telefono e solo se la funzione Trova il Mio Telefono è attiva. Google ha un sistema opt-in integrato in Android simile a quello di Windows Phone 7 ma ha rifiutato di rispondere se i dati vengono salvati in forma anonima. Comunque nessun file è stato trovato sui terminali Android tali da compromettere a livello di iPhone la privacy degli utenti. RIM non ha ancora rilasciato una risposta ufficiale.

Sicuramente dopo questa scoperta a Cupertino modificheranno il metodo di salvataggio dei dati o lo elimineranno, almeno si spera.

Di seguito un video con gli spostamenti di un utente in Inghilterra registrati dall’iPhone: